A pochi giorni dal suo “insediamento” in Turchia in veste di nuovo tecnico del Fenerbahce, José Mourinho torna a parlare del suo recente passato in Italia e non usa certamente parole al miele per ricordare la Roma ne, tantomeno, nel suo giudizio sulla Nazionale di Luciano Spalletti che si appresta a giocarsi l’Europeo di Germania da detentrice del titolo. Sui social, le dichiarazioni al veleno dello Special One scatenano la reazione furente dei tifosi.

Mourinho spara a zero su Nazionale italiana e Roma Mou: “Italia senza talento” Le bordate di Mourinho alla Roma Tifosi furenti con Mourinho

Mourinho spara a zero su Nazionale italiana e Roma

Mai banale, José Mourinho conferma la propria capacità di scatenare un putiferio. Anche a chilometri di distanza, dopo essere stato scaricato dal calcio italiano e, in particolare, dalla Roma, nel mezzo di una stagione a dir poco disastrosa e naufragata dietro l’assenza di un’idea di gioco, Mou fa arrabbiare i suoi ex tifosi… e non solo.

A pochi giorni dalla decisione di ripartire dalla Turchia e dal Fenerbahce, lo Special One, si guarda indietro e spara a zero sulla sua esperienza in giallorosso, non mancando di riservare anche una pesante bocciatura all’Italia di Luciano Spalletti che si appresta a difendere il titolo europeo in Germania.

Mou: “Italia senza talento”

Presente al Centro Desportivo Nacional do Jamor per assistere all’amichevole pre Euro2024, Portogallo-Croazia (vinta 1-2 da Modric e compagni), Mourinho è stato intervistato dalla tv portoghese Rtp, che non hanno esitato a rivolgergli qualche domanda, a partire dalle squadre che avranno più possibilità di vincere l’Europeo in Germania: “Le mie favorite? Credo che tutti la pensino come me: Portogallo, Francia, Inghilterra, Germania e Spagna. L’Italia? Non ha abbastanza talento in questa generazione, non credo possano vincere ancora”.

Le bordate di Mourinho alla Roma

Interpellato sull’approdo al Fenerbahce, il tecnico portoghese approfitta per punzecchiare le sue due ex squadre, la Roma e il Tottenham: “Sono felice. Mi mancava giocare per vincere. Lottare per non poter perdere nemmeno un punto mi dà motivazione. E non era così né alla Roma, né al Tottenham“. Poi, Mou ha concluso: “La Roma giocava per vincere perché quando c’ero io si diceva che giocava per vincere, ma non era vero. Tanto che, dopo la mia partenza, non è cambiato nulla. Nelle competizioni europee era fuori dagli schemi e a livello nazionale non è cambiato nulla”, giusto per non farsi mancare anche un affondo a Daniele De Rossi.

Tifosi furenti con Mourinho

Due bordate dirette all’Italia e alla Roma che non hanno lasciato indifferenti i tifosi sul web, scatenando una vera e propria bufera sul portoghese. Delusi, i tifosi giallorossi, che a Mou non hanno mai fatto mancare il proprio appoggio e riconoscimento. Qualcuno scrive: “Un grande tifoso romanista finché riceveva il bonifico…“. C’è, poi, chi commenta: “Che bello non avere più gente come Mourinho e Allegri in campionato”, “La matematica non è un opinione. Guardasse la sua media punti”, “Sentendo questo bollito ti vien voglia di tifare per la Roma …”, “I soldi italiani gli piacevano però”, “Ma come si fa a difendere questo personaggio…”.