All’alba di Euro 2024, kermesse che vedrà protagonista la nazionale di Luciano Spalletti, c’è un’Italia che ha già vinto il suo Europeo di categoria: si tratta dell’Under 17 del ct Massimiliano Favo, capace di battere il Portogallo con straordinaria autorevolezza e di regalare il prestigioso trofeo alla bacheca del calcio nostrano. Un successo che sa di speranza e consente ad appassionati e addetti ai lavori di guardare al futuro con maggiore ottimismo, con l’augurio che le qualità di Camarda e soci vengano valorizzate nel modo opportuno, senza affrettare o inquinare la loro crescita. Nel corso della competizione, però, non si è messo in mostra soltanto il centravanti di proprietà del Milan, che ha già esordito in Serie A. Riflettori puntati anche su Mattia Liberali, senza dimenticare calciatori interessanti come Coletta e Mosconi.

Italia U17, Camarda il bomber della nazionale campione d’Europa Camarda-Milan, firma sul rinnovo Mattia Liberali e il video diventato virale sul web Da Coletta a Mosconi, i migliori talenti dell’Italia U17 Italia U17, ecco tutti i calciatori campioni d’Europa: la rosa completa

Italia U17, Camarda il bomber della nazionale campione d’Europa

Francesco Camarda è senza alcun dubbio la punta di diamante dell’Italia U17, appena laureatasi campione d’Europa grazie alla rotonda vittoria contro i pari età del Portogallo. La vittoria di Cipro consacra il talento del Milan, protagonista assoluto anche nell’atto finale del torneo continentale, nel quale ha costruito un autentico capolavoro, raccogliendo l’imbucata di un compagno sulla corsia mancina e saltando due avversari con disarmante facilità, prima di concludere a rete sul primo palo, beffando il portiere lusitano Ferreira. Doppietta in finale e quattro gol messi a referto in tutta la competizione. Non male, davvero.

Fisicità, progressione, fiuto del gol. Sono solo alcune delle skills a disposizione del ragazzo che ha esordito in Serie A a 15 anni, 8 mesi e 15 giorni, stupendo tutti per la naturalezza e la confidenza con cui tratta il pallone. È ancora presto per parlarne, ma in azzurro già si pensa ad un precoce salto in Under 21, così da alzare l’asticella e confrontarsi con avversari diversi per esperienza e struttura fisica. Un passo alla volta.

Camarda-Milan, firma sul rinnovo

Francesco Camarda prolungherà il suo contratto con il Milan. Nonostante l’ipotesi Inter e le sirene dall’estero, il classe 2007 è pronto a firmare un accordo fino al 30 giugno 2027 con il club rossonero. Un’intesa fortemente voluta dalla società e dal patron Cardinale, nonché da Zlatan Ibrahimovic, che ha più volte apprezzato le qualità e le movenze del bomber dell’Italia U17. Le rispettive caratteristiche, peraltro, richiamano già un primo paragone con lo svedese. Il 16enne ha un futuro roseo dinanzi a sé: toccherà al Milan preservarlo nel migliore dei modi, con un occhio alla nazionale dei grandi, che aspetta da tempo un vero numero 9.

Mattia Liberali e il video diventato virale sul web

Oltre a Camarda, il Milan si gode anche Mattia Liberali. Il fantasista dell’U17, nato a Lissone nell’aprile 2007, è uno degli uomini copertina dell’Europeo disputato in terra cipriota. Ha fatto il giro del mondo, attraverso decine di pagine social, il gol realizzato dal 10 degli azzurrini contro l’Inghilterra, nella gara pareggiata 1-1 dalla formazione di Favo. Un’azione nata da una rimessa laterale da destra, battuta da Coletta, e condotta in solitaria dal 17enne brianzolo, capace di completare uno slalom speciale tra le maglie dei Tre Leoni in area di rigore, fino a vincere un ultimo rimpallo e a fulminare l’estremo difensore avversario con un sinistro secco all’angolino, che ha lasciato di sasso i presenti.

Anche per lui, ci sarà tempo per crescere e imparare, ma i presupposti per una carriera importante ci sono tutti. Brevilineo, mancino naturale, ama partire dal versante destro per accentrarsi e andare costantemente alla conclusione, senza mai dimenticare la possibilità di servire gli altri componenti del reparto offensivo. Scomodando un paragone importante, ricorda vagamente un giovanissimo Dybala.

Da Coletta a Mosconi, i migliori talenti dell’Italia U17

Italia U17 campione d’Europa non solo grazie alla “colonia Milan“. C’è anche tanta Inter nel gruppo squadra allenato da Massimiliano Favo, con Ballo, Mantini e Mosconi che si sono rivelati elementi importanti per la vittoria finale. Quest’ultimo, classe 2007, rappresenta un altro talento molto interessante, sempre di piede mancino. Seconda punta, con un contratto in scadenza nel 2025 con i nerazzurri, si è fatto conoscere da tifosi e addetti ai lavori galleggiando alle spalle di Camarda, non disdegnando un prezioso lavoro di raccordo tra centrocampo e attacco. Classica seconda punta, ha ampi margini di miglioramento.

Ha impressionato anche Federico Coletta, duttile centrocampista in forza alla Roma e pilastro dell’undici titolare del commissario tecnico dell’Under 17. Score importante sotto porta, con 15 gol e 6 assist in 22 partite con la formazione del settore giovanile capitolino. Statistiche che confermano caratteristiche spiccatamente offensive. I giallorossi, dal canto loro, hanno visto festeggiare pure Di Nunzio e Nardin, rispettivamente mediano e difensore della rosa arrivata a toccare il tetto d’Europa.

Italia U17, ecco tutti i calciatori campioni d’Europa: la rosa completa

Questo l’elenco completo dei calciatori convocati (e delle loro squadre di appartenenza, ndr) dal ct Favo per l’Europeo U17, che ha visto trionfare gli Azzurrini:

Portieri: Alessandro Longoni (Milan), Massimo Pessina (Bologna); Difensori: Lamine Ballo (Inter), Cristian Cama (Roma), Emanuel Benjamín de Sant’ana Balbinot (Real Madrid), Christian Garofalo (Napoli), Giovanni Lauricella (Empoli), Federico Nardin (Roma), Andrea Natali (Barcellona), Francesco Verde (Juventus); Centrocampisti: Federico Coletta (Roma), Alessandro Di Nunzio (Roma), Matteo Lontani (Juventus), Matteo Mantini (Inter), Emanuele Sala (Milan); Attaccanti: Francesco Camarda (Milan), Thomas Campaniello (Empoli), Mattia Liberali (Milan), Mattia Mosconi (Inter), Andrea Orlandi (Empoli).