Il rinnovo con la Juventus fino al 2026. E il matrimonio con la dolce metà Michela Persico a coronare una storia d’amore che dura da otto anni. A ‘rovinare’ il magic moment di Daniele Rugani ci ha pensato il sindaco di Montaldo Torinese, dove si è tenuta la cena di nozze del difensore torinese. Anzi, sarebbe stata la festa dei celebri sposini a ‘rovinare’ la quiete del piccolo borgo nel Torinese da poco più di 700 abitanti.

Rugani-Persico, matrimonio da favola nel castello. Ma è polemica Il sindaco di Montaldo all’attacco di Rugani e Persico Matrimonio troppo rumoroso: allertata anche la polizia locale

Rugani-Persico, matrimonio da favola nel castello. Ma è polemica

Dopo aver pronunciato il fatidico sì nella nella chiesa di San Carlo Borromeo a Torino alla presenza di numerosi ospiti vip e compagni di squadra di Rugani come Gatti, Fagioli, Locatelli e Miretti, la coppia ha scelto una location da sogno per il ricevimento di nozze: un meraviglioso castello nel piccolo borgo di Montaldo Torinese, popolato da soli 732 abitati. Un binomio potenzialmente esplosivo e, infatti, è scoppiata la polemica. Il troppo frastuono proveniente dalla struttura avrebbe trasformato in un vero e proprio incubo la notte dei residenti.

Il sindaco di Montaldo all’attacco di Rugani e Persico

Ad alzare la voce è direttamente il primo cittadino di Montaldo Torinese, Sergio Gaiotti, che racconta cosa è successo durante la festa organizzata da Rugani e dalla moglie e influencer Michela Persico. “A causa della musica a tutto volume e delle urla non siamo riusciti a chiudere occhio. È stato un finimondo”. Il sindaco, come riferito dall’Ansa, continua: “Durante la notte sono stato bombardato dalle telefonate dei miei concittadini che si lamentavano per via del gran baccano che proveniva dal Castello”. Un inferno, a quanto pare. “Urla, schiamazzi, musica ad altissimo volume fino alle 4 del mattino. Non si sono curati dell’ordinanza che c’è dal 2017 sulla quiete pubblica”.

Matrimonio troppo rumoroso: allertata anche la polizia locale

L’attacco di Gaiotti alla coppia non finisce certo qui: “Devono vergognarsi per come si sono comportati. E il fatto che si stesse festeggiando il matrimonio di un calciatore della Juventus di certo non li giustifica. Non hanno avuto rispetto per il nostro paese”. Quindi la stoccata finale: “Possono venire a Montaldo quanto vogliono, ma per me sono ospiti sgraditi”. Da quanto si apprende, è stata chiamata anche la polizia locale.