Quando parla lui, lo stanno a sentire sempre. Lui è Alex Del Piero, icona juventina di ieri e di oggi, il capitano mai dimenticato che in tanti – da anni – sognano di rivedere in società come dirigente o presidente. Pinturicchio è intervenuto alla radio ufficiale della Lega serie A per parlare della Juve di oggi e di domani ed alcuni suoi giudizi hanno un po’ spiazzato i tifosi, in particolare le parole su Allegri.

Per Del Piero l’anno scorso Allegri ha fatto un miracolo Del Piero darebbe la maglia n.10 a Yildiz I tifosi della Juve in disaccordo con Pinturicchio

Per Del Piero l’anno scorso Allegri ha fatto un miracolo

Del Piero dice: “L’anno scorso ho lodato il lavoro di Allegri e dei giocatori perché penso che abbiano fatto un mezzo miracolo riuscendo a rimanere concentrati e finire bene una stagione che era stata contornata da diverse situazioni a livello societario. Quest’anno si possono aprire scenari diversi, bisogna aspettare. Se la società ha deciso di continuare a lavorare con il Mister è perché ci crede. Non ci si può limitare a valutare e prendere in considerazione una cosa specifica, va valutata la stagione nel suo complesso a partire dall’inizio del campionato quando la Juventus era in lotta per lo scudetto”.

“Con l’addio allo scudetto, dopo lo scontro diretto con l’Inter e dopo un periodo molto negativo, penso ci stia stato un totale riassestamento verso quelli che erano gli obiettivi che Allegri ha sempre cercato di manifestare: tornare in Champions League, lanciare i giovani e magari combattere per un trofeo che è la Coppa Italia. Se si pensa all’ultimo mese e mezzo. sicuramente c’è sconforto, ma se la Juve riuscisse a vincere la Coppa Italia si parlerebbe con meno delusione di questa stagione”.

Del Piero darebbe la maglia n.10 a Yildiz

Del Piero non si sottrae neanche alla domanda su Yildiz: “Tra i giovani che mi piacciono di più c’è Kenan Yildiz, quest’anno ha fatto vedere qualcosa di particolare. A lui darei la maglietta numero 10 e rimanendo nel mondo Juventus non posso non citare Miretti e Fagioli che, lo scorso anno, hanno fatto qualcosa di incredibile”.

I tifosi della Juve in disaccordo con Pinturicchio

Fioccano le reazioni: “Avete notato che Alex ha detto: “Se la società ha deciso di continuare a lavorare con il Mister è perchè ci crede.”? Non ha usato il passato. Che sappia qualcosa?” e poi: “C’è chi va (sicuramente) e c’è chi torna (forse)” e anche: “Caro Alex tre anni di fallimenti, vogliamo farne altri tre?” oppure: “Non c’è pericolo Ale, per fortuna si è già deciso, Max è out”.

C’è chi scrive: “Bellissime dichiarazioni nei confronti di chi ha vinto tanto alla Juve e che, dopo 10 anni, NE SARÀ FUORI PER SEMPRE” e anche: “Ma insomma non l’hanno ancora capito ? Del Piero è il Boniperti di oggi! Subito Presidente Juventus“, oppure: “Il prodotto è sempre società-allenatore-giocatori-tifosi…Se la società ha deciso di continuare con Allegri è perché ci crede. Non ci si può limitare a una cosa: va valutata la stagione dall’inizio quando la Juventus era in lotta per lo scudetto” e infine: “Del Piero è il primo che critica il non gioco di Allegri. Se fosse per lui cambierebbe guida tecnica”.