Il massimo campionato torna dopo la sosta per gli impegni delle Nazionali e si rivedono pure sviste e pasticci decisivi. Tantissimi gli errori dei direttori di gara, non adeguatamente supportati dai loro omologhi in Sala VAR. E così anche nel 30mo turno ci sono da registrare delle partite falsate: addirittura due. Vediamo come cambia la classifica senza errori arbitrali di Serie A, aggiornata all’undicesima di ritorno.

Arbitri, due partite falsate nell’11ma di ritorno Sviste arbitrali, le altre partite del 30mo turno Serie A, la classifica senza errori arbitrali IL REGOLAMENTO L’Albo d’oro del Campionato di Serie A senza errori arbitrali di Virgilio Sport

Arbitri, due partite falsate nell’11ma di ritorno

La prima partita falsata del turno è Torino-Monza, in cui l‘arbitro Aureliano penalizza eccessivamente i brianzoli. Troppo severi, infatti, i due gialli comminati al capitano del Monza Pessina, non c’è neppure il penalty che spiana la strada ai granata. Insomma, il risultato più giusto sarebbe stato un pareggio. Falsato pure l’importantissimo scontro salvezza tra Cagliari e Verona: manca un rigore per i sardi, per un contatto falloso tra Tchatchoua e Zito Luvumbo su cui Doveri e il Var glissano.

Sviste arbitrali, le altre partite del 30mo turno

Tante proteste anche nelle altre partite. Anche Lazio-Juventus è segnata da una svista: Colombo non concede rigore per fallo di Bremer su Zaccagni apparso evidente ai più, compreso Marelli a DAZN. La rete di Marusic nel finale “salverà” il fischietto di Como. In Lecce-Roma, invece, ingiustificate le proteste di De Rossi e dei suoi: nel contatto tra Blin e Zalewski, che poi tocca anche il portiere salentino Falcone, non ci sono gli estremi per la concessione del penalty. Corretta, dunque, la decisione di Marcenaro.

Serie A, la classifica senza errori arbitrali

Ecco la classifica di Serie A 2023-2024 senza errori arbitrali, aggiornata al netto di tutte le sviste determinanti dei fischietti:

class
reale diff
punti class
virtuale INTER 79 INTER +5 74 MILAN 65 MILAN -2 67 JUVENTUS 59 BOLOGNA -4 61 BOLOGNA 57 JUVENTUS +3 56 ROMA 52 ATALANTA* -1 51 ATALANTA* 50 ROMA +2 50 LAZIO 46 NAPOLI -3 48 NAPOLI 45 LAZIO -2 48 TORINO 44 TORINO -1 45 FIORENTINA* 43 FIORENTINA*43 MONZA 42 MONZA – 42 GENOA 35 GENOA +1 34 LECCE 29 CAGLIARI -4 31 UDINESE 28 LECCE -1 30 VERONA 27 UDINESE -1 29 CAGLIARI 27 EMPOLI -2 27 EMPOLI 25 VERONA27 FROSINONE 25 SASSUOLO -2 26 SASSUOLO 24 FROSINONE +1 24 SALERNITANA 14 SALERNITANA +4 10

*1 partita in meno

IL REGOLAMENTO

Questa classifica è stilata sulla base di quello che avviene in campo, in occasione di episodi decisivi e che possono determinare direttamente il risultato, come i gol convalidati o annullati, i rigori concessi o non concessi, un’espulsione esagerata o ingiusta a tanti minuti dalla conclusione del match. Non sono considerate le variabili non direttamente determinanti, come i cartellini gialli, i falli veri o presunti avvenuti nell’azione precedente a quella che ha portato a un gol, un’espulsione contestata in zona Cesarini, ecc. In caso di parità di punti tra due o più squadre, è premiata quella che ha subito più penalizzazioni nell’arco del campionato.

L’Albo d’oro del Campionato di Serie A senza errori arbitrali di Virgilio Sport

Ecco i vincitori dello speciale campionato di Virgilio Sport: in corso la quinta edizione.

2019-20: Inter
2020-21: Inter
2021-22: Milan
2022-23: Napoli

Quando può intervenire il VAR? Ecco il regolamento e il protocollo aggiornato, con tutti i casi.