Quartultima di campionato in serie A e punti che valgono doppio, in testa come in coda. Con l’Inter già campione d’Italia sono soprattutto la lotta per l’Europa e quella per non retrocedere a calamitare l’attenzione. Giornata segnata, come di consueto, da polemiche, veleni e proteste velenose. E pure da qualche svista. Vediamo come cambia la classifica senza errori arbitrali di Serie A, aggiornata alla sedicesima di ritorno.

Errori arbitrali, proteste in Roma-Juventus Arbitri, le altre gare del quartultimo turno Serie A, la classifica senza errori arbitrali IL REGOLAMENTO L’Albo d’oro del Campionato di Serie A senza errori arbitrali di Virgilio Sport

Errori arbitrali, proteste in Roma-Juventus

Polemiche, proteste e veleni concentrati in buona parte nel big match dell’Olimpico tra Roma e Juventus. A lamentarsi sono soprattutto i giallorossi per la mancata espulsione di Weah al 15′ del secondo tempo, dopo un intervento sospetto su Paredes. Come evidenziato dall’ex arbitro Cesari a Mediaset, in realtà Colombo ha visto bene: il bianconero tocca prima il pallone e poi, scivolando, impatta sul calciatore avversario. Niente espulsione.

Arbitri, le altre gare del quartultimo turno

Dubbi e proteste anche in Torino-Bologna, per un contatto tra Aebischer e Buongiorno che correttamente l’arbitro Sozza ha giudicato non da penalty, e in Empoli-Frosinone dove sono addirittura tre i rigori reclamati dai ciociari: Doveri fa bene a non assegnarne neppure uno. Lamentele di Ranieri per l’espulsione di Gaetano in Cagliari-Lecce: il rosso c’è tutto. Milan imbufalito con l’arbitro Prontera per il penalty non concesso contro il Genoa, dopo un tocco sospetto di De Winter in area: per il talent arbitrale di Dazn, Marelli, non ci sono gli estremi per la concessione del rigore, visto che il braccio del genoano tende a chiudersi e a non impattare il pallone.

Serie A, la classifica senza errori arbitrali

Ecco la classifica di Serie A 2023-2024 senza errori arbitrali, aggiornata al netto di tutte le sviste determinanti dei fischietti:

class
reale diff
punti class
virtuale INTER 89 INTER +3 86 MILAN 71 MILAN -2 73 JUVENTUS 66 BOLOGNA -3 67 BOLOGNA 64 JUVENTUS +1 65 ATALANTA* 60 ATALANTA* -1 61 ROMA 60 LAZIO -2 58 LAZIO 56 ROMA +2 58 NAPOLI 51 NAPOLI -3 54 FIORENTINA* 50 FIORENTINA* -2 52 TORINO 47 TORINO -1 48 MONZA 45 MONZA – 45 GENOA 43 GENOA +2 41 LECCE 37 LECCE -1 38 VERONA 34 CAGLIARI -2 35 CAGLIARI 33 EMPOLI -2 34 FROSINONE 32 VERONA – 34 EMPOLI 32 SASSUOLO -4 33 UDINESE 30 FROSINONE -1 33 SASSUOLO 29 UDINESE -1 31 SALERNITANA 15 SALERNITANA +5 10

*1 partita in meno

IL REGOLAMENTO

Questa classifica è stilata sulla base di quello che avviene in campo, in occasione di episodi decisivi e che possono determinare direttamente il risultato, come i gol convalidati o annullati, i rigori concessi o non concessi, un’espulsione esagerata o ingiusta a tanti minuti dalla conclusione del match. Non sono considerate le variabili non direttamente determinanti, come i cartellini gialli, i falli veri o presunti avvenuti nell’azione precedente a quella che ha portato a un gol, un’espulsione contestata in zona Cesarini, ecc. In caso di parità di punti tra due o più squadre, è premiata quella che ha subito più penalizzazioni nell’arco del campionato.

L’Albo d’oro del Campionato di Serie A senza errori arbitrali di Virgilio Sport

Ecco i vincitori dello speciale campionato di Virgilio Sport: in corso la quinta edizione.

2019-20: Inter
2020-21: Inter
2021-22: Milan
2022-23: Napoli

Quando può intervenire il VAR? Ecco il regolamento e il protocollo aggiornato, con tutti i casi.