Può permettersi anche qualche esperimento il designatore Rocchi per le gare di terza fascia come Lazio-Salernitana. Da qui la scelta di Luca Zufferli. Il fischietto friulano era appena alla quarta direzione in serie A (debutto l’anno scorso in Bologna-Monza) dopo aver diretto in stagione Sassuolo-Monza, Frosinone-Genoa e Lecce-Frosinone e dopo un esordio poco convincente l’anno scorso ma come se l’è cavata all’Olimpico nell’anticipo?

Clicca qui per vedere gli highlights di Lazio-Salernitana

I precedenti di Zufferli con Lazio e Salernitana L’arbitro ha ammonito solo un giocatore Lazio-Salernitana, i casi da moviola

I precedenti di Zufferli con Lazio e Salernitana

Per il fischietto friulano è stata la prima volta sia con la Lazio che con la Salernitana. Tra le direzioni stagionali anche due match di Coppa Italia e otto di Serie B. Zufferli ha diretto anche un match di massima serie cipriota e uno di coppa nazionale.

L’arbitro ha ammonito solo un giocatore

Coadiuvato dagli assistenti Berti e Del Giovane con Doveri IV uomo, Paterna al Var e Aureliano all’Avar, l’arbitro ha ammonito solo il granata Coulibaly e nessuno della squadra di Tudor. Recupero: 4′ pt – 5′ st.

Lazio-Salernitana, i casi da moviola

Questi gli episodi dubbi. Al 14′ evidente fallo di mano in area di Gyomber, l’arbitro sta per fischiare il penalty ma saggiamente concede il vantaggio. Vecino ne approfitta e raddoppia in mischia. Il giocatore della Salernitana avrebbe però dovuto essere ammonito ed anche al 40′, per fallo su Lazzari, avrebbe meritato il giallo. Graziato due volte.

Al 68′ scontro aereo testa a testa tra Castellanos e Pirola. L’attaccante argentino resta dolorante a terra, bravo Zufferli a fermare prontamente il gioco perché si tratta di un problema al volto per entrambi i calciatori coinvolti. Quello che non avevano fatto Di Bello durante Lazio-Milan nè Massimi in Milan-Lecce. Positiva la prova dell’arbitro in Lazio-Salernitana.