Dal futuro di Romelu Lukaku alla scelta di Antonio Conte in vista della prossima stagione. Destini che si intrecciano, come quelli di Chelsea e Roma, ben più di semplici spettatori interessati. I Blues sono ancora proprietari del cartellino del centravanti belga, arrivato in giallorosso in prestito oneroso la scorsa estate, e un eventuale ritorno a Londra dell’ex allenatore di Inter e Juve potrebbe cambiare gli scenari in maniera non indifferente. Intanto, in casa capitolina, riflessioni in corso anche su Tammy Abraham, reduce dal clamoroso errore a porta vuota contro il Bayer Leverkusen.

Conte al Chelsea è più di una possibilità: il punto sulle panchine in Europa Chelsea, Conte spiana la strada al ritorno di Lukaku? Abraham, dall’errore con il Leverkusen alla possibile minusvalenza

Conte al Chelsea è più di una possibilità: il punto sulle panchine in Europa

Nei top 5 campionati europei sta per concretizzarsi un importante domino di panchine, che coinvolgerà club della Premier League come Liverpool, Manchester Utd e Chelsea, fino ad arrivare al Bayern Monaco e a big italiane del calibro di Juventus, Milan e Napoli. Di queste società, soltanto i Reds hanno sciolto le riserve per il dopo Klopp. I Blues, invece, saluteranno Mauricio Pochettino al termine della stagione, complice un ottavo posto che ad oggi non può soddisfare il presidente Todd Boehly, intenzionato a puntare sul profilo di Antonio Conte. Per il manager salentino si tratterebbe di un ritorno sulla sponda blu di Londra, dove troverebbe le condizioni ideali per avviare un nuovo progetto tecnico, concentrandosi esclusivamente sul campionato.

I Red Devils hanno bussato alla porta di Zinedine Zidane, ma si è ancora in una fase perlustrativa. Ten Hag, dal canto suo, potrebbe tornare all’Ajax. In Bundesliga, il Bayern ha incassato il “no” di Rangnick e pensa a Rudi Garcia per il dopo Tuchel, secondo quanto riportato da L’Èquipe. In stand-by l’idea Roberto De Zerbi. In Serie A, invece, il Napoli dovrebbe affidarsi a Stefano Pioli, in uscita da un Milan che punta Lopetegui. In casa Juve, tutte le strade sembrano portare a Thiago Motta.

Chelsea, Conte spiana la strada al ritorno di Lukaku?

Qualora Antonio Conte scegliesse di tornare in sella in Premier League, dopo aver visto sfumare le opzioni Milan e Napoli in Italia, si riaprirebbe anche il discorso Lukaku. Il centravanti belga, approdato alla Roma in prestito oneroso per una cifra pari a 5,8 milioni di euro, tornerà al Chelsea alla fine dell’annata in corso, per poi fare delle attente valutazioni sul suo futuro. L’ex Manchester Utd è uno dei calciatori più amati nella capitale, ma il valore del cartellino e l’ingaggio da 7,5 milioni di euro spingono i Friedkin a guardarsi attorno.

Difficile, al momento, ipotizzare un riscatto o una conferma con la maglia della Roma per Big Rom, che non vorrebbe vestire nuovamente la casacca dei Blues. Conte, però, sa essere molto persuasivo, soprattutto con un certo tipo di calciatori, in grado di fargli vincere uno Scudetto sulla panchina dell’Inter. Tutto ancora aperto, ma i primi segnali sembrano allontanare Lukaku da Trigoria.

Abraham, dall’errore con il Leverkusen alla possibile minusvalenza

Non solo Lukaku. La Roma rischia di perdere anche Tammy Abraham. In questo caso, si tratterebbe di un sacrificio figlio delle regole del mercato e del rendimento dell’attaccante inglese, rientrato poche settimane fa dopo il lungo stop per la rottura del legamento crociato del ginocchio. Nonostante lo straordinario rapporto con la tifoseria giallorossa, la discontinuità del classe ’97 continua ad accendere punti interrogativi importanti all’interno dell’ambiente capitolino.

Abraham, pagato 40 milioni più bonus nell’estate 2021, guadagna attualmente 4,5 milioni netti a stagione, che tendono ad arrivare a 5,8 lordi grazie al “vecchio” decreto crescita. Un ingaggio molto importante, anche considerando il lungo periodo di assenza che ha visto protagonista il giocatore, molto sfortunato ai titoli di coda del campionato scorso. La Roma, a lungo andare, teme di poter registrare una minusvalenza: per evitare ciò, potrebbe essere necessario vendere subito il ragazzo, ad una cifra non inferiore ai 22-25 milioni di euro. Va trovato e convinto il possibile acquirente, con un legittimo scetticismo che accompagna le condizioni fisiche del 27enne, reduce dal clamoroso errore contro il Bayer Leverkusen di Xabi Alonso in Europa League. Un colpo di testa che può costare l’eliminazione dalla competizione.