Termina 2-1 il confronto tra Russia e Italia oggi al Mutua Madrid Open, con Jasmine Paolini e Flavio Cobolli che hanno visto interrompersi il loro percorso nella capitale spagnola dopo le sconfitte rimediate contro Mirra Andreeva, che compie proprio oggi 17 anni, e Karen Khachanov. Unico successo italiano quello su Kotov di Sinner, le cui condizioni preoccupano in vista di domani.

Paolini cede ad Andreeva Troppo Khachanov per Cobolli Sinner batte Kotov, ma l’anca preoccupa

Paolini cede ad Andreeva

Quale regalo migliore dei primi quarti di finale a livello 1000 per festeggiare i 17 anni. Nel giorno del suo compleanno Mirra Andreeva, predestinata russa classe 2007, ha infatti eliminato la nostra Jasmine Paolini agli ottavi del WTA 1000 di Madrid, entrando per la prima volta in carriera tra le migliori otto in un torneo di questa caratura.

Dopo una serie di break e contro-break, sul risultato di 1-2 Paolini infila quattro game consecutivi procurandosi anche una palla set sul servizio dell’avversaria, manda però fuori con il rovescio e facendosi poi contro-brekkare nel game successivo, con le due giocatrici che si spingono fino al tie-break dove a spuntarla e la teenager russa.

Nel secondo set Andreeva – galvanizzata dal primo set – parte a razzo e vince i primi quattro game del parziale, poi Paolini si risolleva recuperando i due break di vantaggio, ma al momento di servire per portarsi sul 5-5 cede nuovamente la battuta con un dritto lungo che le costa l’incontro.

Troppo Khachanov per Cobolli

Niente da fare per Cobolli contro un Khachanov in grande forma. Contro il russo ex n°8 ATP Flavio parte bene e tiene testa all’avversario fino al 5-5, quando incappa in un game di servizio problematico e viene brekkato dall’avversario, il quale poi chiude il parziale senza troppi problemi nel game successivo e inizia al meglio il secondo set strappando subito la battuta a Flavio, che prova a rimanere aggrappato al match senza però procurarsi chance per riequilibrare il parziale contro un Khachanov in grande forma e teorico prossimo avversario di Sinner.

Sinner batte Kotov, ma l’anca preoccupa

Teorico perché anche nell’unica nota lieta di giornata per i colori azzurri – la vittoria di Sinner su Kotov arrivata in due set, con l’altoatesino che nel secondo parziale è riuscito a stringere i denti e a recuperare da sotto 3-5 per poi vincere senza nemmeno bisogno di passare dal tie-break – c’è poco da festeggiare. Jannik ha infatti accusato un problema all’anca destra, che potrebbe comprometterne il rientro in campo domani contro Khachanov.