Un traguardo dopo l’altro, con subito una nuova impresa da inseguire. Jannik Sinner non si ferma mai. Ha vinto il Miami Open dribblando una dopo l’altra le insidie provenienti dall’Est, prima lo Zar russo Daniil Medvedev, poi quello di Bulgaria, Grigor Dimitrov. E ha portato a casa il secondo Masters 1000 della sua carriera, dopo quello vinto in Canada lo scorso anno. C’è però una corsa più ad ampio respiro di cui sta rendendo artefice il rosso di San Candido: quella verso la prima posizione del ranking ATP.

Sinner e la scalata nel Ranking ATP Jannik primo nell’Olympics Race Lo scenario: Sinner numero 1 a Parigi

Sinner e la scalata nel Ranking ATP

Al momento Sinner s’è arrampicato fino al secondo posto, impresa mai centrata prima da un tennista italiano. Avesse battuto Alcaraz nella semifinale di Indian Wells, avrebbe superato l’amico spagnolo già in California. C’è riuscito comunque dopo il trionfo a Miami, secondo atto del Sunshine Double statunitense del mese di marzo, ritardando giusto di un paio di settimane l’agognato sorpasso. C’è però una speciale classifica in cui Jannik è già numero 1.

Jannik primo nell’Olympics Race

Si tratta della classifica denominata Olympics Race, la graduatoria scattata da metà giugno 2023 e utile a delineare i partecipanti al torneo olimpico di Parigi. Un ranking che si chiuderà proprio dopo lo Slam parigino, il Roland Garros, quest’anno in programma dal 20 maggio al 9 giugno. In questa speciale Race, Sinner è già il numero 1. Ha superato Djokovic. I punti ottenuti dall’azzurro dopo Miami, infatti, sono stati 8.125 mentre il serbo si è fermato a 7.410. Più indietro Alcaraz con 6.380 e via via tutti gli altri.

Lo scenario: Sinner numero 1 a Parigi

Vincendo a Miami, Sinne ha aggiunto 600 punti alla classifica dell’Olympics Race consolidando la propria leadership. Ma ha fatto un gran balzo anche nel ranking ATP, la graduatoria “normale”, quella in cui attualmente è alla posizione numero 2. L’obiettivo neppure troppo velato di Jannik è quello di diventare numero 1 proprio al termine del Roland Garros, torneo in cui nel 2023 è uscito di scena al secondo turno. Facendo strada, guadagnerebbe tantissimi punti, a differenza dei suoi competitor. E un’eventuale cavalcata trionfale potrebbe portarlo sul tetto del mondo.