La scorsa stagione era nello staff di Massimiliano Allegri alla Juventus e per il popolo del web non ci sono dubbi: ha studiato da lui come rapportarsi coi giornalisti che fanno domande considerate “scomode”. Paolo Bianco, tecnico del Modena, si è reso protagonista di una “caduta di stile” nel corso di un collegamento in diretta su TvQui, emittente locale emiliana. Dopo aver risposto a una domanda del conduttore, Cristiano Tassinari, si è lasciato andare a un inopportuno, inelegante e soprattutto maleducato “vaffa”.

Modena-Bari, il “vaffa” di Bianco al giornalista di TvQui Il commento dell’emittente: “Caduta di stile di Bianco” Offese a Tassinari, il comunicato dell’AssoStampa Insulti Bianco, i tifosi: “Ma il Modena non dice nulla?”

Modena-Bari, il “vaffa” di Bianco al giornalista di TvQui

Ma cosa aveva chiesto il conduttore della trasmissione sportiva, Tassinari, all’allenatore modenese al punto da scatenare la sua postuma ira? Questa la domanda “scomoda”: “Mister, al momento del gol nessuno è venuto a esultare con lei: è stato un caso?”. E questa la risposta di Bianco: “Forse non vi siete accorti che in 31 partite non ho mai esultato coi miei giocatori. Giustamente voi volete trovare le cose quando non ci sono, mi dispiace perché anche voi non aiutate con queste domande che non hanno una logica. Mi viene da ridere perché mi sembrate molto poveri in queste cose qua”. E poi, allontanandosi dalla telecamera, un nitido e inequivocabile: “Ma vaff…”.

Il commento dell’emittente: “Caduta di stile di Bianco”

L’episodio, che ha ricordato a molti il recente screzio tra Allegri e Teotino sugli schermi di Sky, si è verificato al termine del match tra Modena e Bari, giocato il giorno di Pasquetta e valido per la 31ma giornata del campionato di Serie B. Un incontro chiusosi sull’1-1, coi gialloblu di casa raggiunti dai biancorossi pugliesi dopo essersi portati in vantaggio. È stata la stessa emittente, TvQui, a commentare l’accaduto sul suo sito web: “Con una improvvida ‘caduta di stile’, il tecnico dei canarini ci ha letteralmente mandato…a quel paese”.

Per vedere il video clicca QUI.

Offese a Tassinari, il comunicato dell’AssoStampa

La vicenda ha scatenato le ire degli organismi di categoria. “L’Associazione stampa modenese e l’Aser, Associazione della stampa Emilia-Romagna, criticano la volgare esternazione dell’allenatore del Modena, Paolo Bianco, in diretta su TvQui. Il lavoro dei giornalisti merita rispetto, anche quando le domande possono non essere gradite”, si legge sul sito del sindacato regionale.

“Lunedì 1 aprile 2024 nel corso delle interviste post-partita di Modena-Bari, i colleghi dell’emittente TVQui sono stati vittima di un episodio deprecabile: l’allenatore del Modena, dopo aver risposto stizzito a una domanda del condutture Cristiano Tassinari, gli ha rivolto un greve insulto chiaramente udibile tanto dal conduttore stesso quanto dai telespettatori in ascolto. Un insulto che non può essere derubricato a ‘incidente fuori onda’ poiché, nonostante Bianco si stesse levando l’auricolare a intervista conclusa, il microfono dell’emittente era ancora a pochi centimetri da lui e ben visibile”.

E ancora: “Il nervosismo al termine di una partita deludente è comprensibile, la maleducazione non lo è. Il lavoro dei giornalisti merita rispetto. Aser e Asm, auspicando una formale nota di scuse da parte dell’allenatore del Modena e una presa di distanze da parte della società di calcio, esprimono la loro solidarietà al giornalista offeso”. Scuse e presa di distanze che si stanno facendo attendere.

Insulti Bianco, i tifosi: “Ma il Modena non dice nulla?”

Anche i tifosi del Modena hanno commentato negativamente lo spiacevole episodio sui forum e sul web. “Se si comporta così pubblicamente con un giornalista non oso pensare come si comporta in privato con i giocatori. Il risultato poi si vede in campo”, scrive Claudio. Oppure: “Che cos’è che non ha capito il presidente, nel non cacciare via sto soggetto qua?”. E ancora: “Mi sorprende soprattutto la società che dovrebbe prendere posizione e riportare un po’ di serenità nell’ambiente. Invece tutto tace e le braci sono accese”. Qualcuno invece sottolinea il fugace passato juventino di Bianco: “Giusto il tempo di rubare i ‘segreti del mestiere’ ad Allegri“.