Concedere il bis! Ci proverà Francesco Bagnaia dopo la vittoria nella Sprint Race di ieri replicando oggi in quello che sarà il Gran Premio d’Italia. La settima tappa del campionato vede l’ultimo appuntamento del Motomondiale correre sul circuito del Mugello. Pecco arrivato in Toscana fresco della vittoria in Catalogna ha anche rotto ieri la maledizione delle gare brevi ed è lanciatissimo.

Sulla pista italiana si rinnova dunque la sfida in casa Ducati con Jorge Martin, leader della classifica piloti ma caduto ieri. Da tener d’occhio anche Marc Marquez, terzo in classifica e reduce dal secondo posto sabato. Gara di casa anche per tanti piloti italiani in cerca di riscatto, da Bezzecchi a Di Giannantonio passando per Morbidelli, Marini e Bastianini in cerca di un colpaccio e per Aprilia.

MotoGP Mugello: Bagnaia dà la caccia al bis

Francesco Bagnaia ha vinto, trionfato nella Sprint Race del Gran Premio d’Italia. Al Mugello Pecco ha cancellato con una stupenda vittoria la maledizione delle gare brevi (l’ultima vittoria quasi un anno fa in Austria) acuita dalla caduta la settimana scorsa a Barcellona all’ultima giro quando era lanciato verso il successo. Che è arrivato oggi, a casa sua.

Vittoria che assume maggior valore vista la caduta di Jorge Martin a 4 giri dalla fine con Bagnaia che recupera 8 punti nel Mondiale piloti in attesa della gara di domani. Sul podio con Pecco ci salgono Marc Marquez e Pedro Acosta fresco di rinnovo e promozione in seno alla Ktm. Completano la top 8 che assegna punti Vinales 5° e poi Binder, Di Giannantonio autore di una bella rimonta dal 14° posto, e Alex Marquez.

MotoGP, Gran Premio d’Italia al Mugello, il circuito e i precedenti

Il nuovo Autodromo del Mugello, inaugurato nel 1974 con una gara di Formula 5000, è nato su iniziativa dell’Automobile Club di Firenze. Dopo la tragedia avvenuta sul vecchio circuito stradale, chiuso nel 1970 in seguito alla morte di un bambino investito durante le prove di una gara, si decise di costruire una pista più sicura tra i comuni di Scarperia e San Piero, assegnando la progettazione all’ingegnere Gianfranco Agnoletto. Dal 1988, il tracciato è di proprietà della Ferrari.

Il circuito toscano sarà tappa del settimo appuntamento del Motomondiale: la lunghezza è di 5,245 km, con 15 curve totali, di cui 9 a destra e 6 a sinistra, con 23 giri previsti. Il tracciato è considerato molto impegnativo per la presenza di diverse curve complesse, come le famose “Arrabbiate”, la Casanova-Savelli e la San Donato. Inoltre, contiene un rettilineo in salita lungo oltre un chilometro. Valentino Rossi detiene il record di vittorie, con 7 successi e altrettante pole position nella top class. La sua prima vittoria al Mugello risale al 1997, nella classe 125, nella celebre gara della bambola gonfiabile “Claudia Skiffer”, che segnò l’inizio del suo dominio su questo tracciato.

Il record assoluto della pista è stato stabilito da Francesco Bagnaia su Ducati nella scorsa stagione, con un tempo di 1’44.855. Proprio il centauro di Torino, si è posizionato sul gradino più alto del podio nelle ultime due edizioni.

MotoGp Mugello, dove vederlo in diretta tv e streaming in chiaro

Il Gran Premio d’Italia andrà in scena tra venerdì 31 maggio e domenica 2 giugno sul circuito del Mugello. L’intero weekend sarà visibile in diretta tv sul canale Sky Sport MotoGP, disponibile anche in streaming sull’app SkyGo e NOW. Inoltre, sarà possibile godersi lo spettacolo della MotoGp anche in maniera gratuita su TV8, dove sarà possibile vedere le Qualifiche, la Sprint e la gara.

Il programma del weekend (dirette Sky, Now e Tv8 in chiaro)

Venerdì 31 maggio

Prove libere 1 ore 10:45 Prove pre qualifiche ore 15

Sabato 1 giugno

Prove libere 2 ore 10 Qualifiche ore 10:50 Sprint ore 15

Domenica 2 giugno

Gara ore 14

MotoGP, ufficiale: il GP India salta, come cambia il calendario