Il Milan di Stefano Pioli impatta contro il Genoa di Alberto Gilardino, mai domo a San Siro. Dal calcio di rigore realizzato in apertura da Mateo Retegui, autore di una doppietta, alla rete della speranza di Alessandro Florenzi, fino all’uno-due di Gabbia e Giroud in risposta al momentaneo 1-2 di Ekuban. Un punto per parte, con i rossoneri che adesso aspettano l’esito di Roma-Juventus in ottica Champions League. Entriamo nel dettaglio di pagelle e voti del match del “Meazza”.

Milan-Genoa 3-3: la chiave della partita Le Pagelle del Milan Le Pagelle del Genoa Il Tabellino di Milan-Genoa

Milan-Genoa 3-3: la chiave della partita

Intensità e ripartenze. Non si risparmiano Milan e Genoa, con il 3-3 finale che dice tutto sulla voglia delle squadre di vincere la partita e di incidere anche in questo rush finale di campionato. Ad aprire subito le marcature è Mateo Retegui, freddissimo dal dischetto dopo il fallo di Tomori su Vogliacco. All’alba dell’intervallo ci pensa Florenzi a riportare le cose in equilibrio, finalizzando l’assist di Chukwueze. Nella ripresa Ekuban sembra rispedire in paradiso il Genoa, ma Gabbia e Giroud ribaltano completamente la situazione, facendo esplodere un San Siro dall’umore “grigio” per la contestazione della Curva Sud. Nel finale, c’è ancora spazio per il Grifone, che non molla e trova con un pizzico di fortuna il gol del 3-3, con Retegui che viene colpito la sfera e va ad esultare, complice la deviazione di Thiaw.

RIVIVI IL LIVE DI MILAN-GENOA

Le Pagelle del Milan

Sportiello voto 6: Spiazzato dal rigore di Retegui, è incolpevole anche sul secondo gol di Ekuban. Non particolarmente impegnato nell’arco dei 90 minuti. Florenzi voto 7: Gran partita del terzino ex Roma, che consente al Milan di andare all’intervallo sull’1-1 e poi consegna a Gabbia il pallone del secondo pareggio rossonero; dall’80’ Kalulu s.v. Gabbia voto 6,5: Segna la rete del 2-2 e riesce a coprire un Tomori non in giornata, in più di una circostanza. Tomori voto 5: A freddo, commette un’ingenuità clamorosa, stendendo Vogliacco in area di rigore e spingendo l’arbitro Prontera a decretare il penalty per il Genoa, poi realizzato da Retegui. Theo Hernandez voto 6: Ha almeno tre palle gol sul suo mancino, ma trova spesso Martinez sulla sua strada. Anche un pizzico di sfortuna. Bennacer voto 5,5: Prova a disegnare geometrie in mezzo al campo, ma senza particolari fortune; all’80’ Adli s.v. Reijnders voto 5: Prestazione anonima del centrocampista olandese, che non riesce ad esprimersi come vorrebbe. Ammonizione pesante sulle spalle; Chukwueze voto 6,5: È suo l’assist per il gol dell’1-1 di Florenzi, che finalizza al meglio a pochi passi dal portiere avversario. Tante buone giocate dell’ex Villarreal, che aveva trovato anche la via della rete, prima che il guardalinee alzasse la bandierina; dall’81’ Thiaw voto 5: Sfortunato sul gol del 3-3 del Genoa. Pulisic voto 5,5: Sfiora un gol fantastico nel primo tempo, colpendo in pieno il palo alla sinistra di Martinez. Poi poco o nulla. Leao voto 4,5: Prestazione negativa dell’esterno offensivo rossonero, apparso in difficoltà; dal 67′ Okafor voto 6,5: Grande impatto sulla gara e tante buone soluzioni trovate a ridosso dell’area di rigore rossoblù. Giroud voto 6,5: Si rivela importantissimo nonostante un clamoroso errore a tu per tu con Martinez. È suo il gol del momentaneo 3-2. All. Pioli voto 5,5: Il tecnico rossonero sfida il clima surreale di San Siro affidandosi al talento di Pulisic e Leao, preferendo Gabbia a Thiaw al centro della difesa. A tradirlo, dopo pochi minuti, è Tomori. La squadra sbaglia due volte l’approccio, a inizio gara e all’alba della ripresa. Cambi discutibili.

Le Pagelle del Genoa

TOP

Vogliacco voto 7: Si guadagna il rigore dell’1-0, trasformato da Retegui, e regala un cioccolatino solo da scartare ad Ekuban, bravo a punire di testa Sportiello. Retegui voto 7: Un gol e mezzo per il centravanti della nazionale italiana, che regala un punto importante ai rossoblù, sbloccandola prima su rigore e poi chiudendo l’azione condotta da Thorsby. Ekuban voto 7: Lotta su ogni pallone e svaria su tutto il fronte offensivo, consentendo a Retegui di rimanere stabilmente al centro dell’area di rigore. È vincente il suo inserimento sul cross di Vogliacco, con il colpo di testa che non lascia scampo a Sportiello.

FLOP

De Winter voto 5: Rischia una frittata clamorosa nella prima frazione di gioco, poi soffre la fisicità di Giroud. Qualche errore in fase di appoggio, ma tanti problemi nei suoi 16 metri. Martin voto 5,5: Partita non facile per l’esterno di Gilardino, chiamato a confrontarsi con la velocità e l’estro di Chukwueze. Vasquez voto 5,5: Costretto a raddoppiare su Chukwueze, si trova spesso fuori posizione, complici gli inserimenti dei centrocampisti e le continue sgroppate di Florenzi.

Il Tabellino di Milan-Genoa

MILAN (4-2-3-1): Sportiello; Florenzi (dall’80’ Kalulu), Gabbia, Tomori, Theo Hernandez; Bennacer (dall’80’ Adli), Reijnders; Chukwueze (dall’81’ Thiaw), Pulisic, Leao (dal 67′ Okafor); Giroud. A disp. Nava, Torriani, Caldara, Pobega, Terracciano, Zeroli, Bartesaghi, Sia. All. S. Pioli.

GENOA (3-5-2): Martinez; Vogliacco (dall’86’ Cittadini), De Winter, Vasquez; Spence, Frendrup, Thorsby, Badelj (dal 74′ Strootman), Martin (dal 74′ Haps); Retegui, Ekuban (dall’86’ Papadopoulos). A disposizione: Leali, Sommariva, Bohinen, Sabelli, Ankeye. All. A. Gilardino.

Arbitro: Sig. Prontera di Bologna.

Marcatori: rig. Retegui 5′, Florenzi 45+1′, Ekuban 48′, Gabbia 72′, Giroud 75′, aut. Thiaw 87′.

Ammoniti: Reijnders (M), Vasquez (G).