Ha atteso per un giorno intero che Acerbi facesse chiarezza, che dicesse o scrivesse la sua sulla questione. Lui che, a partita finita, aveva anche provato a “mettere una pezza” all’insulto del suo avversario, assicurando di aver accettato le sue scuse e di averlo perdonato, relegando il tutto a “questioni di campo”. Ma quando ha letto che il difensore dell’Inter, farfugliando qualcosina davanti ai microfoni in stazione a Milano, di sfuggita, aveva derubricato la faccenda a “malinteso”, ha deciso di scrivere per filo e per segno cos’è successo in campo a San Siro. Juan Jesus ha fatto chiarezza con un lungo post. Da girare magari a Spalletti, che aveva provato a chiamarlo senza successo e che, nel dubbio, ha intanto “creduto” alla versione di Acerbi.

Juan Jesus, il post su Instagram sui fatti di Inter-Napoli L’accusa di Juan Jesus: le parole esatte dette da Acerbi Razzismo, Juan Jesus conferma tutto: Acerbi rischia

Juan Jesus, il post su Instagram sui fatti di Inter-Napoli

Un post su Instagram diventato immediatamente virale, in cui il difensore del Napoli ha ribadito le accuse di razzismo. “Per me la questione si era chiusa ieri in campo con le scuse di Acerbi e sinceramente avrei preferito non tornare su una cosa così ignobile come quella che ho dovuto subire”, l’incipit del post del difensore brasiliano. “Oggi peró leggo dichiarazioni di Acerbi totalmente contrastanti con la realtà dei fatti, con quanto detto da lui stesso ieri sul terreno di gioco e con l’evidenza mostrata anche da filmati e labiali inequivocabili in cui mi domanda perdono”.

[iol_placeholder type=”social_instagram” id=”C4q36Cfs1y8″ max_width=”540px”/]

L’accusa di Juan Jesus: le parole esatte dette da Acerbi

Non è più il momento di giocare a nascondino, di minimizzare e soprattutto di stravolgere la realtà dei fatti: “Così non ci sto. Il razzismo si combatte qui e ora. Acerbi mi ha detto ‘vai via nero, sei solo un negro’. In seguito alla mia protesta con l’arbitro ha ammesso di aver sbagliato e mi ha chiesto scusa aggiungendo poi anche: ‘per me negro è un insulto come un altro’. Oggi ha cambiato versione e sostiene che non c’è stato alcun insulto razzista. Non ho nulla da aggiungere”.

Razzismo, Juan Jesus conferma tutto: Acerbi rischia

Insomma, questo è quel che è successo secondo Juan Jesus. Supportato sui social non solo dai tifosi del Napoli, ma anche da tantissimi appassionati ‘neutrali’. Persino da diversi tifosi dell’Inter, che chiedono ad Acerbi di dire finalmente la verità. Il compito di ricostruire esattamente quello che è successo spetta ora alla Procura Figc, chiamata a decidere sulla possibile squalifica del difensore dell’Inter e della Nazionale. Il rischio di un lungo stop rimane altissimo. E col suo tergiversare, probabilmente, Acerbi si è giocato pure l’iniziale ‘benevolenza’ di Juan Jesus.