Un punto a casa e tutti scontenti. Roma-Juventus non lascia sensazioni positive, nonostante le due squadre in campo le abbiano provate tutte per portare a casa l’intera posta in palio. In vantaggio ci vanno i giallorossi con Lukaku bravo a sfruttare un’amnesia della retroguardia bianconera. Dura poco però perché Bremer ci mette una pezza e rimette le cose a posto. La ripresa è parecchio divertente con qualche intervento degno di nota di Szczesny e soprattutto di Svilar.

Il pareggio e l’orgoglio di De Rossi Il consiglio di Allegri al collega per il Bayer L’Allegri furioso. Ma anche rammaricato

Il pareggio e l’orgoglio di De Rossi

Daniele De Rossi si dice orgoglioso del suo gruppo: “Abbiamo fatto un’ottima partita. 48 ore fa eravamo qui incerottati dopo il Leverkusen. Siamo andati in crescendo fisicamente e di testa. I pareggi non è che ci fanno tanto piacere, ma sono orgoglioso dei ragazzi. C’è voglia di arrivare all’obiettivo. Li ho ringraziati, con un pizzico di fortuna in più potevamo vincerla ma anche loro hanno avuto le loro opportunità. Loro sono forti, hanno giocatori eccezionali. Il cambio di Dybala? Ha sentito un fastidio all’adduttore. Non dovrebbe essere grave ma vedremo nei prossimi giorni“.

Il consiglio di Allegri al collega per il Bayer

Sulla lotta Champions e sull’Europa League ha parlato così l’allenatore della Roma: “Non possiamo permetterci di attendere Atalanta-Fiorentina. Così si falsa il campionato ma non è colpa di nessuno. Così bisogna fare dei calcoli diversi. Come si ribalta il risultato col Leverkusen? Credendoci. Finché non abbiamo preso gol contro di loro abbiamo tenuto parecchio la palla e avuto una buona aggressività. Non dobbiamo avere fretta. Ho chiesto consiglio ad Allegri, possiamo fare gol anche al 60esimo“.

L’Allegri furioso. Ma anche rammaricato

A proposito di Max Allegri: l’allenatore della Juventus è uscito visibilmente contrariato al termine della partita. Anche se ai microfoni il livornese ha simulato la solita serenità: “Negli ultimi 2 minuti non abbiamo gestito bene la palla rischiando di perderla dopo aver avuto diverse opportunità per vincerla. Rammarico per il girone di ritorno? Il calcio è bestiale, dopo il ko di Milano e quello con l’Udinese siamo crollati. La possibilità dello scudetto ci ha illusi e abbiamo rallentato. De Rossi dice che siamo forti? Lo vedrà la società a fine stagione“.