Nulla contro Paulo Dybala, grande stima per Daniele De Rossi e l’ex José Mourinho, una bordata ai Friedkin: Francesco Totti torna a parlare di Roma e, come sempre, le parole dell’ex capitano pesano per i tifosi giallorossi.

Roma, Totti tende la mano a Dybala Roma, Totti elogia De Rossi e Mourinho Roma, la bordata di Totti ai Friedkin

Roma, Totti tende la mano a Dybala

Intervistato da SportMediaset, Francesco Totti spiega le parole pronunciate qualche giorno fa su Paulo Dybala: pur ritenendo l’argentino un campione, l’ex capitano aveva dichiarato che, se fosse un dirigente, valuterebbe con attenzione cosa fare col contratto della Joya, a causa delle sue numerose assenze per infortunio. “Non sono un dirigente, io sono un tifoso, della Roma soprattutto. Posso dire quello che voglio come tanti altri tifosi – ha detto oggi Totti – . Non sono contro Dybala, l’ho sempre difeso. Per me è il giocatore più forte della Roma, che è una squadra diversa senza di lui. Non ne ho mai parlato male. Da dirigente farei delle valutazioni, ma sono stato io il primo a volerlo a Roma”.

Roma, Totti elogia De Rossi e Mourinho

Nell’intervista Totti parla anche di Daniele De Rossi, suo ex compagno che l’ha stupito da quando è arrivato sulla panchina della Roma. “Non mi aspettavo una partenza così – dice l’ex capitano di De Rossi -. Però lo speravo perché conosco Daniele, una persona eccezionale che ha una voglia diversa da tanti altri allenatori. Quello che sta facendo è grandioso”. Ma per Totti elogiare De Rossi non significa dimenticare il suo predecessore, José Mourinho: “Ne ho sempre parlato bene e continuerò a farlo. Si può solo ringraziarlo per essere venuto alla Roma”, dice Totti dello Special One.

Roma, la bordata di Totti ai Friedkin

Stuzzicato sull’eventualità di un ritorno alla Roma, di cui è stato dirigente dal 2017 al 2019, sotto la proprietà di James Pallotta. Totti sostiene di non essere mai stato contattato dai Friedkin da quando il club è divenuto di loro proprietà, una scelta che il capitano evidentemente non ha preso bene, come si capisce dalla risposta a chi gli chiedeva di un suo possibile ritorno nella Roma. “Non mi vedrò mai più nella Roma con questa dirigenza – afferma Totti – se mi avessero cercato, mi avrebbero trovato. Ma alla Roma non direi mai di no. Quando sarà il momento giusto, se ci sarà, tornerò. Mi fanno questa domanda ogni volta, ma non dipende da me”.