I 4 punti che separano il Como e il Venezia nella classifica di serie B e che oggi permettono ai lariani di essere a un passo dalla promozione in A – manca solo una vittoria per festeggiare – sono di fatto maturati al Ceravolo di Catanzaro, in episodi arbitrali contestati (soprattutto per l’utilizzo del Var) nelle partite che la squadra calabrese ha disputato contro le due candidate al salto di categoria.

Catanzaro-Como: il Var e il gol annullato ad Antonini Catanzaro-Venezia: Var protagonista al Ceravolo Catanzaro-Venezia: Var muto sul rigore a Donnarumma

Catanzaro-Como: il Var e il gol annullato ad Antonini

È il 6 aprile e il Catanzaro ospita il Como in lotta per la promozine diretta in serie A. I lariani soffrono, vanno sotto colpiti da Vandeputte, poi rimontano con le reti di Gabrielloni e Da Cunha. Nel finale, però, l’assalto del Catanzaro porta al 2-2 firmato nel recupero da Antonini: i calabresi festeggiano, ma per poco, perché l’assistente Dei Giudici segnala il fuorigioco del giocatore giallorosso che pare non esserci. Poi interviene il Var: gol da annullare, ma i dubbi permangono per il Catanzaro e i suoi tifosi. Il Como torna dunque a casa col bottino pieno.

Catanzaro-Venezia: Var protagonista al Ceravolo

Flash forward a oggi. Il Venezia in lotta col Como per il 2° posto nella classifica di serie B se la vede brutta contro un Catanzaro arrembante in una partita che sul punteggio di 1-1 viene sospesa per quasi un’ora dall’arbitro Ayroldi: sul Ceravolo si abbatte un temporale, c’è la grandine e il direttore di gara non può che fermare l’incontro. Il Var è ancora protagonista: nel primo tempo convalida l’1-1 di Idzes (era in dubbio la posizione di Pohjanpalo), poi annulla un gol a Bjarkason e uno ad Antonini, mentre resta muto in occasione dell’espulsione del veneziano Sverko in avvio di ripresa.

Catanzaro-Venezia: Var muto sul rigore a Donnarumma

Si arriva sul 2-2 ai minuti di recupero, quando il calabrese Donnarumma si lascia andare in area del Venezia. Il contatto con Idzes pare non esserci, ma per Ayroldi è rigore e il Var non interviene. Iemmello si fa parare il tiro da Joronen, ma l’arbitro fa ripetere e alla seconda esecuzione arriva il 3-2 dell’attaccante del Catanzaro. Il Venezia sconfitto, vede il Como volare a +4, mentre la protesta dei tifosi si fa largo sul web. Se il Como centrerà la promozione diretta, costringendo il Venezia a passare dai playoff, gli episodi Var al Ceravolo finiranno per risultare decisivi. O comunque continueranno a far discutere i tifosi lagunari.