La certezza è una sola: Jannik Sinner a Roma vuol esserci a tutti i costi. Sa quanto sia importante per il movimento, per il tennis italiano, la sua presenza agli Internazionali del Foro Italico. Ma non solo. Ci tiene tanto anche a dar soddisfazione ai tifosi, i tantissimi fan che si sono appassionati alle sue vittorie, alle sue imprese. Quel maledetto dolore all’anca che lo ha indotto a ritirarsi a Madrid, dove poi sono stati costretti a dare forfait pure Daniil Medvedev e Jiri Lehecka, non è ancora andato via. Ma filtra un cauto e moderato ottimismo. Jannik, in ogni caso, a Roma ci sarà. Anche solo per assistere, da star indiscussa, alla cerimonia del sorteggio dei tabelloni.

Internazionali Roma: Sinner alla Fontana di Trevi Jannik, annullato viaggio in Alto Adige: è a Montecarlo Come sta Sinner? Le condizioni e il programma per Roma

Internazionali Roma: Sinner alla Fontana di Trevi

Il rito dei sorteggi, quasi un appuntamento di gala più che sportivo, è in programma nella mattinata di lunedì 6 maggio in una cornice d’eccezione: la Fontana di Trevi. Alle 11 è previsto il sorteggio del main draw femminile, alle 12 dei maschietti. Il format è quello classico dei Masters 1000 di oggi: 96 giocatori per il tabellone principale, le prime 32 teste di serie saltano il primo turno e sono già al secondo. Questo dà a Jannik un piccolo vantaggio: il suo debutto nel torneo non avverrebbe prima di venerdì 10. Ma gli organizzatori stanno pensando di fornirgli un ulteriore assist: quello di farlo esordire sabato 11, per consentirgli di avere sulle gambe un giorno di allenamento in più.

Jannik, annullato viaggio in Alto Adige: è a Montecarlo

Già, perché Sinner dopo Madrid s’è letteralmente fermato per non correre altri rischi. Avrebbe voluto raggiungere i genitori e trascorrere un paio di giorni con loro tra le montagne a lui care dell’Alto Adige, ma prudenza e buon senso l’hanno indotto a rimanere a Montecarlo, dove ha a disposizione una palestra e tante attrezzature all’avanguardia, utili a una rapida riabilitazione. Domenica pomeriggio raggiungerà la Capitale, lunedì – dopo i sorteggi – i primi allenamenti sulla terra rossa del Foro Italico. Di intensità crescente, naturalmente. Ecco perché un giorno in più prima dello start potrebbe tornare utile. Ma non è detto che non possa partire di venerdì: avrebbe poi dei vantaggi, nel caso, nel prosieguo del torneo.

Come sta Sinner? Le condizioni e il programma per Roma

Il dettaglio che spaventa di più, almeno dal di fuori, è che gli esiti della risonanza all’anca a cui si è sottoposto Jannik dopo il ritiro a Madrid non sono stati comunicati. Quanto è estesa l’infiammazione all’anca? E quanto potrà condizionarlo in futuro? Interrogativi che accompagneranno Sinner per i prossimi giorni. Lui gli Internazionali di Roma vuol giocarli a tutti i costi, il fatto che si sia fermato a Madrid per non compromettere l’eventuale partecipazione al Masters 1000 di casa è indicativo in tal senso. Ma per ora si è ancora nella fase del “cauto ottimismo”: per la certezza al 100% del suo ingresso in tabellone, bisognerà attendere qualche giorno. E, soprattutto, le sensazioni di Jannik al suo ritorno in campo.