Inizia ufficialmente oggi la prima settimana di Jannik Sinner al n°1 ATP, posizione che l’altoatesino è sicuro di mantenere davanti agli inseguitori Carlos Alcaraz e Novak Djokovic fino al termine delle Olimpiadi di Parigi, quando scadranno i 1000 punti del suo primo titolo Masters 1000 vinto in Canada. Intanto martedì 11 giugno Sinner si recherà a Sesto Pusteria – il suo paese natale – dove verrà festeggiato e omaggiato.

Sinner n°1 davanti ad Alcaraz e Djokovic fino alla fine delle Olimpiadi Le difficoltà arriveranno dopo lo US Open Martedì i festeggiamenti a Sesto Pusteria

Sinner n°1 davanti ad Alcaraz e Djokovic fino alla fine delle Olimpiadi

Il regno di Sinner in vetta al ranking mondiale è destinato a durare almeno fino al termine delle Olimpiadi di Parigi, ovvero l’11 agosto. Questo perché sull’erba Jannik avrà da difendere “solamente” 810 punti, frutto dei quarti di finale all’ATP 500 di Halle e della semifinale raggiunta a Wimbledon, contro i 2500 che perderà il suo diretto inseguitore Carlos Alcaraz, vincitore l’anno scorso al Queens (torneo ATP 500) e ai Championships. Una differenza di ben 1390 punti, che sommati ai 945 – destinati a scendere a 900 da settimana prossima – diventano una distanza incolmabile per lo spagnolo anche in caso di soli successi e uscite al primo turno dell’altoatesino.

Anche Novak Djokovic non dovrebbe presentare un problema per Sinner vista l’operazione al ginocchio che con ogni probabilità lo obbligherà a saltare la stagione sull’erba, dove difende i 1200 punti della finale a Wimbledon, sempre superiori a quelli che potrebbe perdere l’altoatesino. La prima occasione buona per il sorpasso a Sinner sarà al termine del Masters 1000 che si terrà in Canada tra il 5 e l’11 agosto, dove Jannik sarà chiamato a difendere il titolo e Alcaraz solo 180 punti. Anche in caso di discesa al n°2 l’altoatesino potrebbe comunque provare l’immediato contro-sorpasso al torneo successivo in programma a Cincinnati (altro Masters 1000), dove l’anno scorso uscì di scena al primo turno, mentre Carlitos si spinse in finale e Nole trionfò.

Le difficoltà arriveranno dopo lo US Open

Le vere difficoltà per Sinner inizieranno dopo lo US Open, dove difende solamente 180 punti. A partire dall’inizio della tournée asiatica fino al termine delle ATP Finals, Jannik dovrà difendere più di 2000 punti, molti più di quelli che l’anno scorso si era portato a casa Alcaraz. Comunque vada Sinner è sicuro di rimanere al n°1 per un minimo di 9 settimane, pareggiando quelle di Marat Safin e superando altri giocatori capaci di issarsi in vetta al ranking come Patrick Rafter (1 settimana), Carlos Moya (2), Yevgeny Kafelnikov (6), Marcelo Rios (6), Thomas Munster (6), l’allenatore di Carlitos, Juan Carlos Ferrero (8) e John Newcombe (8)

Martedì i festeggiamenti a Sesto Pusteria

Tornando a un futuro ancora più prossimo, martedì 11 giugno Sinner farà ritorno a Sesto Pusteria – suo paese natale -, dove il sindaco Thomas Summerer, i rappresentanti degli enti locali e tanti tifosi lo accoglieranno tra grandi festeggiamenti per il raggiungimento del n°1 ATP. La celebrazione avrà inizio alle ore 14.00, quando davanti al Municipio Jannik firmerà il Libro d’onore del comune, per poi dirigersi alle 14.30 al padiglione del tennis, dove lo aspetteranno i giovani dei tennis club dell’Alta Pusteria.

La classifica ATP