Gianmarco Tamberi sempre protagonista sulle piste, in gara e non. Anche quando non vince. Il neo campione del mondo di atletica leggera ha dato spettacolo a Zurigo, prima e durante la tradizionale tappa della Diamond League nella città svizzera. Gimbo prima è stato mattatore sui social grazie a un siparietto con un altro fresco campione del mondo, l’indiano Neeraj Chopra, che a Budapest ha vinto nel lancio del giavellotto. Poi ha sperato fino all’ultimo di bissare l’oro mondiale nella prova di salto in alto, anche se stavolta ha mancato il podio di un soffio. Secondo posto per Davide Re, invece, nei 400 metri. 

Gimbo Tamberi, siparietto social a Zurigo con Neeraj ChopraDiamond League: Tamberi quarto a Zurigo nel salto in altoZurigo d’argento: secondo posto per Davide Re nei 400 metri

Gimbo Tamberi, siparietto social a Zurigo con Neeraj Chopra

Prima il piacere, poi il dovere: per un anticonformista come Gimbo, è praticamente normale ribaltare lo storico detto. E così poche ore prima dell’appuntamento di Zurigo in Diamond League, Tamberi s’è concesso lo sfizio di un video su Instagram col “collega” Chopra, campione del mondo nel giavellotto. Un video diventato immediatamente virale, in cui si vede l’asso marchigiano saltare con uno dei suoi poderosi stacchi il giavellotto teso dall’indiano. Come dire: ogni volta che vede qualcosa simile a un’asticella, Gimbo non può fare a meno di superarla.

 

Visualizza questo post su Instagram
 

Un post condiviso da Neeraj Chopra (@neeraj____chopra)

Diamond League: Tamberi quarto a Zurigo nel salto in alto

Esaurito il “divertissiment”, Tamberi è stato ovviamente tra i grandi protagonisti della prova di salto in alto assieme ai più tenaci avversari della finale di Budapest, da Woo a Kerr all’amico Barshim. Questa volta l’azzurro non è riuscito a ripetere gli exploit olimpici, europei e mondiali: quarto posto per lui, che ha chiuso a due metri e 28. Meglio hanno fatto Woo (2,31), Kerr (2,33) e Barshim, che ha vinto saltando a 2,35. Una bella soddisfazione per il qatariota, co-campione olimpico con Tamberi a Tokyo, ma anche per lo stesso Gimbo che a lui è legato da un’amicizia fraterna.

Zurigo d’argento: secondo posto per Davide Re nei 400 metri

Soddisfazioni per i colori azzurri nella tappa zurighese di Diamond League, dunque, sono arrivate essenzialmente grazie allo splendido secondo posto ottenuto da Davide Re nella gara dei 400 metri. L’atleta azzurro ha chiuso col tempo di 45″49, rendendosi protagonista di una straordinaria rimonta nella seconda metà dell’anello. Meglio di lui ha fatto il norvegese Ingvaldsen, che ha vinto col tempo di 45″28. Terzo posto per il belga Borlée, con il crono di 45″67.