Jannik Sinner è pronto a tornare in campo domani, nel suo primo match nel torneo Atp di Madrid contro l’altro azzurro Lorenzo Sonego. Alla vigilia del match l’altoatesino ha svelato che le Olimpiadi di Parigi sono il suo vero obiettivo stagionale, poi s’è lasciato andare a una battuta sul confronto con Nole Djokovic.

Torneo Atp di Madrid, domani Sinner contro Sonego Tennis, Sinner e l’obiettivo dell’oro alle Olimpiadi di Parigi 2024 Tennis, Sinner e il confronto con Djokovic

Torneo Atp di Madrid, domani Sinner contro Sonego

È già ora di tornare in campo per Jannik Sinner, che domani esordirà nell’edizione 2024 del torneo Atp di Madrid: l’altoatesino è il numero 1 del tabellone e domani inizierà il suo cammino nel derby azzurro con Lorenzo Sonego. “Sono contentissimo di essere qui a Madrid – ha dichiarato Sinner alla vigilia dell’incontro -. È un gran torneo e spero di poter giocare un bel tennis. Questa è la cosa più importante, poi vedremo come andrà”.

Tennis, Sinner e l’obiettivo dell’oro alle Olimpiadi di Parigi 2024

Successivamente Sinner ha spiegato come Madrid sia però solo una delle tappe di avvicinamento al vero grande appuntamento della stagione: le Olimpiadi di Parigi. Il campione altoatesino, che l’ex tuffatore Klaus Dibiasi aveva proposto addirittura come portabandiera dell’Italia, ha svelato di sognare l’oro olimpico. “Se devo indicare un obiettivo primario per la stagione dico l’Olimpiade. Poi ovviamente c’è Roma, ci sono gli Slam, ma i Giochi sono un’altra cosa”, ha dichiarato Sinner.

Tennis, Sinner e il confronto con Djokovic

A Madrid Sinner arriva con l’etichetta di numero 2 del ranking mondiale dietro Novak Djokovic. L’azzurro sfiora l’argomento con una battuta sul collega serbo: “Non paragonatemi a lui, rimane quello che ha vinto più di tutti”, ha dichiarato Sinner. Il tennista s’è detto poi completamente a suo agio con il ruolo di favorito del torneo. “Il fatto di essere qui come numero 1 non mi porta nessuna pressione in più – ha precisato Sinner – è solo un grandissimo piacere. Per me non cambia nulla. Ho sempre faticato qui in passato, vediamo come andrà ora”.