Intervistata da Eurosport durante il Roland Garros, la capitana della squadra di Billie Jean King Cup, Tathiana Garbin, si è raccontata a partire dal momento difficile attraversato a causa della malattia – un tumore rarissimo che colpisce una persona su un milione – ricordando chi le è sempre stata vicina, per poi passare a Jannik Sinner, Sara Errani, Jasmine Paolini – anche in ottica Olimpiadi – e chiudere con una rivelazione su Camila Giorgi.

Garbin ricorda la malattia L’elogio di Garbin Sinner Errani e Paolini e il doppio misto alle Olimpiadi La rivelazione su Camila Giorgi

Garbin ricorda la malattia

Garbin è tornata sul momento difficile attraversato a causa della malattia e superato anche grazie alle persone che ha avuto accanto, tra le quali non mancano ovviamente le sue ragazze della squadra di Billie Jean King Cup e i ragazzi della Coppa Davis: “Ho attraversato un momento difficile ma l’ho superato. Il calore della mia famiglia naturale e soprattutto quella tennistica mi hanno aiutato a superare questa difficoltà. Tutte le ragazze mi sono sempre state molto vicine, ma anche i ragazzi, ricordo ancora il momento dopo il loro incredibile successo in Davis”.

L’elogio di Garbin Sinner

Tra le persone del mondo del tennis che più le sono state vicine c’è anche il n°1 azzurro Sinner: “Jannik mi è stato molto vicino durante la malattia e lo è anche ora. Credo sia un ragazzo fuori dal comune, questi campioni hanno una grande umanità, che poi aiuta anche in campo, a giocare da campione. È incredibile averlo come esempio dentro e fuori dal campo”.

Errani e Paolini e il doppio misto alle Olimpiadi

Tathiana ha parlato anche di Errani, che sta vivendo una seconda giovinezza anche grazie alla nuova coppia di doppio insieme a Paolini, con cui ha di recente vinto gli Internazionali BNL d’Italia: “Errani è una highlander. La passione con cui lavora su sé stessa per raggiungere questi incredibili risultati. Tra Jasmine e Sara è nato un rapporto eccezionale, che aiuta entrambe a crescere in maniere diverse. Jasmine è una piena di energie e con tanta voglia e questo potrebbe aver aiutato la seconda giovinezza di Sara. Mentre Errani sono sicura che stia aiutando tanto Paolini dal punto di vista del tennis, della strategia, perché in quello Sara è incredibile. Si trovano bene e i risultati si vedono. Sara ci tiene molto alle Olimpiadi, è attentissima sulla race, sarebbe incredibile averla e gliel’ho già detto, se si qualifica gioca singolo, doppio e doppio misto, forse con Vavassori che è molto forte nella disciplina e vuole giocare il misto”.

Sempre in ottica Olimpiadi di Parigi, Garbin ha parlato anche della possibile coppia composta da Sinner e Paolini, rispettivamente gli azzurri n°1 nel maschile e nel singolare: “Sarebbe bellissimo un doppio misto con loro, ma credo sia difficile visto che entrambi pensano al loro singolare e al doppio, non gli si può chiedere anche il misto (ride, ndr)”.

La rivelazione su Camila Giorgi

In chiusura Garbin ha raccontato un retroscena anche su Camila Giorgi, che di recente – e completamente a sorpresa – ha annunciato il ritiro dal tennis giocato: “Non posso negare che un po’ ce lo si aspettava. Da un po’ di tempo affermava di essere stanca e di voler cambiare vita. Sono dispiaciuta di non averla sentita in questa occasione. Mi avrebbe fatto piacere. Ha scelto di dare l’addio in questa maniera, ma a volte è necessario del tempo per metabolizzare una scelta come questa e ognuno è libero di gestirla come meglio crede”.