Episodi di violenza accompagnano gli impegni internazionali delle nostre squadre. Ciò che non vorremmo mai raccontare è purtroppo triste realtà e coinvolge diverse città e tifoserie. Partiamo da Roma, dove due tifosi inglesi sono stati accoltellati durante una rapina. Spostiamoci poi a Lisbona dove gli scontri sono avvenuti tra i supporter dell’Atalanta e quelli del Rangers: entrambi si trovano nella capitale portoghese per le rispettive partite contro Sporting e Benfica.

Tifosi del Brighton accoltellati nella capitale Invasione di “Gabbiani” ma situazione tranquilla Scontri a Lisbona tra scozzesi e italiani

Tifosi del Brighton accoltellati nella capitale

Non un bel biglietto da visita quello che l’Italia ha offerto ai propri ospiti. A Roma due tifosi inglesi sono stati accoltellati poco dopo la mezzanotte da un gruppo di sette persone in via Cavour. Il gruppo di malviventi è riuscito a portar via ai due ragazzi – tra i 27 e i 28 anni – i marsupi che contenevano i loro effetti personali. Feriti alla gamba, i supporter del Brighton, giunti nella capitale per vedere la loro squadra sfidare i giallorossi in Europa League, si sono rifugiati all’interno di un locale con il titolare dello stesso che ha prontamente allertato le forze dell’ordine.

Invasione di “Gabbiani” ma situazione tranquilla

A Roma c’è stata una vera e propria invasione di “Gabbiani”, così come vengono soprannominati i tifosi del Brighton. Si sono presentati in 4000 nella capitale in un match considerato comunque non a rischio. Naturalmente la questura ha predisposto il piano di accoglienza con servizi preventivi e particolare attenzione alle aree del Centro Storico. Il fischio d’inizio dell’incontro, valevole per l’andata degli ottavi di finale di Europa League, è fissato per le 18.45 di oggi tra le formazioni di De Rossi e De Zerbi.

Scontri a Lisbona tra scozzesi e italiani

L’altro episodio di violenza è invece accaduto a Lisbona. Le tifoserie coinvolte sono quelle dei Rangers e dell’Atalanta, impegnate a seguire le proprie squadre nella città portoghese nelle gare contro il Benfica e lo Sporting. Un gruppo di supporter della Dea (erano in 600 a seguire i nerazzurri) ha tentato di entrare in un albergo della zona, lanciando pietre e bottiglie. Non si è fatta attendere la replica degli scozzesi scozzesi che si trovavano in quella struttura, provocando il caos nelle strade. Sul web circolano i video dei violentissimi scontri.