Arbitro di calcio dal 2002, Livio Marinelli, scelto da Rocchi per Verona-Torino, è anche maresciallo dell’Esercito Italiano in forza al 7º Reggimento alpini ed ha anche partecipato alla guerra in Afghanistan. Dopo una stagione-no soprattutto quando in campo c’erano le big è stato utilizzato molto meno in A quest’anno. A il fischietto laziale, che ha il cartellino facile, ha comunque grande personalità, vediamo come se l’è cavata ieri al Bentegodi il fischietto di Tivoli.

I precedenti di Marinelli con Verona e Torino L’arbitro ha ammonito cinque giocatori e ne ha espulso uno Verona-Torino, i casi da moviola

I precedenti di Marinelli con Verona e Torino

Erano sei i precedenti con i veneti, così suddivisi: due vittorie, due sconfitte e due pareggi per i gialloblù. Solo due gli incroci con i granata con due vittorie del Toro.

L’arbitro ha ammonito cinque giocatori e ne ha espulso uno

Coadiuvato dagli assistenti Alassio e Del Giovane con IV uomo Di Marco, Valeri al Var e Piccinini all’AVar, l’arbitro ha ammonito cinque giocatori: pt 38′ Noslin (V), pt 43′ Magnani (V), st 45+3′ Suslov (V), st 45+3′ Pellegri (T), st 45+3′ Linetty (T) ed ha espulso al 51′ st Henry (V)

Verona-Torino, i casi da moviola

Questi gli episodi dubbi. Primo giallo al 38′ ed è per Noslin autore di un fallo su Tameze. Al 44′ ammonito anche Magnani per fallo su Zapata. Finale incandescente. All’89’ pareggia il Verona con Henry ma l’arbitro annulla per un fallo su Dellavalle. Poi arrivano tre gialli tutti insieme al 93′: per Pellegri e Suslov che si spingono a vicenda e per Linetty che interviene animosamente. Al 96′ arriva anche il rosso per Henry subito dopo il fischio finale di Verona-Torino; il giocatore ha protestato vivacemente con l’arbitro per l’episodio del gol annullato.